Uno dei temi più caldi e discussi del momento è sicuramente quello riguardante la nostra privacy online. Dopo i vari scandali come quello di Cambridge Analytica abbiamo capito che dobbiamo imparare a tutelare i nostri dati quando navighiamo nel web. Purtroppo è molto difficile navigare senza lasciare nessun dato in regalo ai colossi del web ma possiamo usare qualche trucco per limitare la dispersione delle nostre informazioni. Per fare ciò dobbiamo prima di tutto imparare a muoverci su internet… cosa aspettiamo? Impariamo insieme come proteggere la privacy online.

Cosa sono i cookie e come si cancellano

Molte persone hanno imparato a conoscere i cookie solo nell’ultimo periodo dato che ora è obbligatorio per ogni sito web mostrare un banner per far accettare la privacy policy e l’utilizzo dei cookie. I cookie però sono sempre esistiti solo che prima non serviva che i siti ci informassero di star collezionando nostre informazioni e i dati venivano raccolti in background senza che l’utente se ne accorgesse.

I cookie sono dei dati che i siti web raccolgono su di noi per mostrarci contenuti pertinenti ai nostri interessi, questi dati vengono memorizzati nel nostro computer e quindi sono facilmente eliminabili. Facciamo finta di cercare su Amazon un prodotto che ci interessa, dopo averlo fatto è assai probabile che per giorni ci verranno presentati in giro per il web annunci pertinenti al prodotto che abbiamo cercato. Questo perché Amazon al momento della nostra ricerca ha salvato un cookie nel nostro computer contenente l’informazione da noi cercata.

Personalmente trovo i cookie davvero utili per migliorare l’esperienza utente del singolo ma sono consapevole che molte persone non amino condividere i propri dati senza nemmeno accorgersene quindi vediamo come dobbiamo comportarci per gestire i cookie al meglio.

Cosa sono i cookie e come si cancellano

Navigare in incognito

La navigazione in incognito é una soluzione semplice e rapida per non permettere ai vari siti web di salvare dati nei nostri computer, ovviamente navigando in questo modo non ci verranno proposti contenuti personalizzati e non verranno salvate le nostre ricerche nella cronologia del computer e se volessimo andare a riprendere in futuro una pagina cercata non avremmo modo di farlo.

Per attivare la navigazione in incognito basta selezionarla dalle impostazioni del browser che usate.

Eliminare i cookie

Nelle impostazioni di qualsiasi browser web esiste una sezione dove poter eliminare tutti i cookie che vogliamo. In Google Chrome ad esempio possiamo andare in Impostazioni > Privacy e sicurezza, in questa sezione potremo comodamente eliminare tutti i cookie o addirittura decidere se uno specifico sito può salvare oppure no i suoi biscotti nel nostro computer.

Google e i dati personali

Dovete sapere che google conserva una lunga lista di dati riguardanti le nostre ricerche sul web e non solo… Fortunatamente possiamo andare a verificare quali dati google abbia su di noi nell’apposita sezione del nostro account google. Da questa pagina potrete tranquillamente eliminare tutti i dati che volete e tra l’altro vi farete un idea di quanti dati condividete senza nemmeno accorgervene.

Aggiungo inoltre che se non voleste ricevere annunci personalizzati basterà accedere a quest’altra sezione per disabilitare tutti gli annunci personalizzati da parte di google. Ovviamente non smetterete di ricevere annunci ma semplicemente non saranno collegati alle ricerche fatte in passato.

Attenzione a quello che condividete!

Attenzione a quello che condividete nei social network

Molti sottovalutano sempre questa parte… Dobbiamo imparare a condividere sui social solo dati che vogliamo rendere pubblici. Nel momento in cui scrivete una frase o mettete una foto su Facebook o Instagram chiunque dei vostri “Amici” ha libero accesso a quei dati e potrebbe potenzialmente farne quello che vuole. Addirittura una persona potrebbe sapere dove siete se quando scrivete il post abilitate la localizzazione e chissà cosa potrebbe fare un malintenzionato con questi dati facilmente ricavabili dal vostro profilo.

A quali dati hanno accesso le applicazioni che installiamo?

A quali dati hanno accesso le applicazioni che installiamo?

Ogni volta che installiamo un applicazione ci viene richiesta un autorizzazione per aver accesso ad alcuni dei nostri dati (es: Localizzazione, Contatti, Microfono, Foto…) . Come facciamo a vedere quali dati stiamo condividendo con una determinata applicazione?

In tutti i telefoni Android basta recarsi in Impostazioni > app e notifiche > applicazione che scegliete > gestione autorizzazioni. In questa pagina potrete modificare velocemente le autorizzazioni di ciascuna applicazione e vi accorgerete di aver acconsentito a condividere la vostra posizione con applicazioni che non dovrebbero utilizzarla.

Su IOS modificare i permessi delle app è ugualmente semplice, basta andare nelle impostazioni e selezionare il nome dell’applicazione di cui volete controllare le autorizzazioni. Vi si aprirà una schermata dalla quale potrete facilmente limitare l’utilizzo di dati da parte di una certa app.

Conclusione

In questo articolo abbiamo visto alcune tecniche e buone norme che possiamo utilizzare per proteggere meglio i nostri dati quando navighiamo sul web. Con il tempo il tema della privacy diventerà sempre più importante perché i dati che condivideremo saranno sempre di più. Basta pensare all’arrivo del 5G per capire quanti dati stiamo iniziando a condividere in rete. Un giorno Google potrà sapere molte cose di noi ad esempio cosa abbiamo nel frigo e cosa mangiamo abitualmente, quindi dobbiamo prepararci a tutto questo e iniziare a proteggere i dati di cui abbiamo controllo. E tu conosci altri metodi per proteggere la tua privacy? Scrivici nella nostra pagina contatti o alla nostra mail